NON VIENE AGGIORNATO
LA DOMENICA
E I GIORNI FESTIVI
Giovedì 1 Dicembre 2022 - Sant'Ansano di Siena, Martire

Il tempo... ieri - DICEMBRE E’ ENTRATO CON UN FREDDO umido tagliente. L’intera giornata è stata caratterizzata da nebbie, nuvole e pioggerelline intermittenti. Temperature in discesa per la massima: mass. 4,6°; min. 1,5°; attuale 2,1° (ore 23,30).
 
   in primo piano
Duecentottantesimo giorno di guerra tra Russia e Ucraina
L’Aula della Camera ha dato il via libera a inviare armi all’Ucraina

l'esercito russo ha bombardato l'ospedale di Belopolye, nella regione nord-orientale di Sumy: un adolescente è rimasto ucciso. Bombe anche sulle abitazioni di Kherson.
Controffensiva al via. I leader della Nato si sono riuniti in Romania nel tentativo di sostenere l'Ucraina dopo l'intensificarsi degli attacchi russi alle infrastrutture civili. Il capo dell'Alleanza, Jens Stoltenberg, ha dichiarato che la priorità assoluta è quella di rafforzare le difese aeree di Kiev e in tutto il paese per evitare altri danni e distruzione, facendo ricorso ad armi più sofisticate. La presidente della Commissione Ue sostiene che la Russia debba "pagare per i suoi crimini orribili". Per questo, ha aggiunto, "collaboreremo con la Corte penale internazionale e contribuiremo alla creazione di un tribunale specializzato
per giudicare i crimini di Mosca".
L’Aula della Camera ha dato il via libera alla mozione di maggioranza sulla guerra in Ucraina. per proseguire l’invio delle armi a Kiev, sono state votate anche dall’opposizione. Sono passate anche le mozioni del Pd e di Iv-Azione, su cui il governo si era rimesso all’Aula. Respinti, invece, i documenti presentati da M5S e Avs.
 
   il libro del giorno
   munda
 
GIORNATA INTERNAZIONALE
DELLE PERSONE
CON DISABILITA’
La vecchia fattoria in LIS
al MuNDA - L’Aquila
per bimbi dai 5 ai 10 anni

Anche quest’anno il Ministero della Cultura promuove la Giornata Internazionale delle persone con disabilità replicando lo slogan “ Un giorno all’anno tutto l’anno” a cui il MuNDA aderisce,  in un attività istituzionale di sensibilizzazione,  con il laboratorio La vecchia Fattoria in LIS per bimbi sordi e udenti dai 5 a 10 anni.  L’iniziativa di sabato 3 dicembre alle ore 17.00 è realizzata con l’Associazione l’AquilArtes ,  da tempo impegnata in eventi accessibili a persone con disabilità sensoriali, in collaborazione con la Sezione Provinciale Ente Sordi dell’Aquila.
Si scoprirà tutti insieme, attraverso un gioco strutturato in tre step,   il mondo della Lingua dei Segni italiana:
1. Le lettere e la dattilologia: componiamo insieme il
nostro nome!
2. Come si segnano gli animali: Scopriamolo insieme!
3. Cantiamo e segniamo insieme la canzone “La vecchia fattoria”.
Cristina Cassar Scalia
Il Talento
del cappellano

Vanina Guarrasi non ne può più: anche durante le feste natalizie è costretta a combattere con cadaveri che appaiono e scompaiono. Il talento del cappellano della catanese Cristina Cassar Scalia ci porta nei malumori del vicequestore Guarrasi e degli scherzi del destino, chiamiamolo così, che sempre la aspettano. L’Etna sta buttando fuori i fumi d’inverno e la cenere cade nella città di Catania, mista a neve. Nel salone di un vecchio albergo viene rinvenuta una donna morta, ma quando la Guarrasi e i suoi uomini arrivano del cadavere non c’è più traccia. I macabri scherzi però bussano sempre alla porta del vicequestore perché ventiquattro ore dopo proprio nel cimitero di Santo Stefano, paesino dove abita Vaniva Guarrasi, viene ritrovato il corpo della donna morta. Al suo fianco però giace anche un altro cadavere: quello del monsignore del paese, conosciuto e amato da tutti. I due corpi sono attorniati da fiori e piccole luci come se qualcuno li volesse onorare e li avesse uccisi e poi messi insieme per un motivo ancora tutto da scoprire. Vanina ancora una volta dovrà chiamare il buon vecchio commissario Biagio Patané, l’unico a capirci più di lei in questi misteri. Il talento del cappellano della nuova regina del noir Cristina Cassar Scalia ci porta nella Sicilia dell’ascesa della mafia e lo fa attraverso uno stile sempre avvincente, con l’amaro in bocca.
 
   premio
AL VIA A L’AQUILA
IL PREMIO NAZIONALE
PER L’INNOVAZIONE

Si apre oggi 1° dicembre, per la prima volta in Abruzzo, la due giorni dedicata al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), il prestigioso riconoscimento istituito nel 2003 dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition - PNICube, per diffondere la cultura d’impresa nel sistema della ricerca, sostenere la nascita di imprese ad alto contenuto di innovazione e accorciare le distanze tra ricerca e mercato.
Organizzato quest’anno dall’Università degli Studi dell’Aquila, in collaborazione con il Gran Sasso Science Institute (GSSI) e l’Associazione Innovalley, il PNI 2022 «ha un forte valore simbolico per la Regione, perché rappresenta il riconoscimento dell’enorme lavoro di ricostruzione portato avanti in questi anni, dopo il sisma, concepito per ripensare l’Aquila in ottica di innovazione e digitalizzazione»    ha commentato il Rettore Edoardo Alesse.
Al Premio - realizzato quest’anno grazie al sostegno della Regione Abruzzo e del Consiglio Regionale
dell’Abruzzo, con la main partnership del Gruppo Iren e la main sponsorship del Gruppo Intesa Sanpaolo, GEDI e Prysmian - concorrono i 65 progetti d’impresa vincitori delle 15 StartCup regionali attivate dai 53 atenei e incubatori universitari che aderiscono a PNICube in 16 regioni d’Italia.
L’edizione 2022 prende il via oggi (9:30-18:30), al Palazzo dell’Emiciclo, con il business matching tra aziende, investitori e i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani. Domani 2 dicembre (9:30-13:30) centrale sarà il confronto con le istituzioni sulle "Nuove sfide del Technology Transfer" nel quadro dell’attuale contesto socio-economico e degli obiettivi del PNRR.
 
   onda tv

Solidarietà all’emittente onda tv

Il Sindacato dei giornalisti abruzzesi esprime solidarietà ai colleghi e all'editore di Onda Tv e condanna con fermezza quanto accaduto a Sulmona. Il gravissimo episodio che si è verificato ieri sera, quando l'auto di servizio dell'emittente è stata raggiunta da tre colpi di arma ad aria compressa, deve destare la preoccupazione di tutta la società civile, in quanto pone ancora una volta sotto i riflettori il clima in cui molti giornalisti, nel nostro paese, sono costretti a lavorare. Le intimidazioni nei confronti dei colleghi sono intimidazioni verso la libertà di stampa e, di conseguenza, verso il diritto dei cittadini ad essere informati.  

 
   comunicato stampa
SOLIDARIETA’ AD ONDA TV
dal Presidente del Consiglio
dell’Ordine degli Avvocati
di Sulmona

“Intervengo a nome dell'Ordine Forense per esprimere, anche pubblicamente, sentimenti di vicinanza e solidarietà alla proprietà dell'emittente Onda TV e al giornalista Andrea D'Aurelio per il gravissimo atto di intimidazione subito ieri sera qui a Sulmona. Siamo di fronte ad un episodio che, per obiettivo preso di mira e modalità di esecuzione, desta sconcerto e grande preoccupazione, riproponendo la ineludibile necessità che, nel nostro territorio, vengano mantenuti livelli massimali di vigilanza ad opera delle Forze dell'Ordine ed in piena efficienza ed operatività gli apparati giudiziari, Procura e Tribunale, preposti all'accertamento e repressione dei fenomeni criminali e, in particolare, dei reati contro la persona e le libertà individuali costituzionalmente garantite".
Il Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Sulmona
Avv. Luca Tirabassi
 
   film festival
L'Aquila Film Festival premia 'Rebel'
Riconoscimento a El Arbi e Fallah
Di Corvaglia il miglior corto

Il film 'Rebel' di Adil El Arbi e Bilall Fallah ha vinto la 15/a edizione dell'Aquila Film Festival che si è chiuso all'Auditorium del Parco, lì dove era stato inaugurato dieci giorni fa da Toni Servillo.
Il racconta una storia di due fratelli che lottano contro la minaccia dell'integralismo. Girato prevalentemente in Belgio e Giordania - dove sono state ricostruite le ambientazioni siriane - il film trae spunto dalle testimonianze dirette raccolte dai due giovani registi. "Abbiamo girato in vari punti della Giordania", hanno ricordato i due registi prima di salire sul palco per la premiazione - anche a Zarqa, la città di al-Zarqawi, uno dei terroristi più pericolosi, collaborò anche con al-Qaida". Alla premiazione, i giurati Eleonora Nascimben, reporter e comunicatrice sociale, e Michelangelo Iuliano, giornalista Mediaset, assente solo il regista e produttore Andrea Magnani. Un riconoscimento assegnato per "aver saputo raccontare con coraggio umano e cinematografico una storia estrema", si legge nelle motivazioni. "Un film duro e allo stesso tempo godibile, costruito alternando scene di grande cinema di guerra girate con la telecamera in spalla a momenti da musical - che servono anche a sublimare i passaggi più crudi e dolorosi della vicenda narrata con una scelta stilistica davvero notevole". Un premio anche "per aver raccontato l'orrore del fanatismo, costringendoci però a guardare il mondo con gli occhi di chi troppo frettolosamente siamo abituati a giudicare come un 'mostro': una prospettiva rovesciata che ci ricorda un grande compito del cinema, quello di restituirci l'empatia aprendoci a uno sguardo 'altro' da
noi". La giuria dell'Università dell'Aquila, composta da Luca Cialfi, Leonardo Di Pietrantonio e Arianna Tomassini, ha concordato con
scelta di 'Rebel'. A giudicare i cortometraggi, invece, sono stati i ragazzi degli Istituti Andrea Bafile e Domenico Cotugno partecipanti al Pcto
dell'Aquila Film Festival. Premiata la distopia romantica di "Un'ora sola" di Serena Corvaglia. All'Auditorium anche Federico Cesari, celebre per i ruoli di Martino Rametta in "Skam Italia" e Daniele Mencarelli in "Tutto chiede salvezza". (Fonte ansa)
 
   aisla
AISLA: quando dietro i numeri
ci sono le persone

Numeri da record per il Contributo Straordinario di AISLA. Sono 298 i soci che ne hanno richiesto l’accesso in occasione della Giornata Nazionale SLA che si è svolta lo scorso 18 settembre. È un bilancio importante che si unisce alla ormai nota “Operazione Sollievo”, l’obiettivo di missione che AISLA ha lanciato nel 2013 per migliorare la qualità di vita delle persone con SLA. In questi anni l’Associazione è sempre stata attiva nel rispondere concretamente al bisogno delle famiglie con l’offerta di molteplici servizi: trasporti attrezzati, acquisto o noleggio di ausili necessari al domicilio; sostegno ai lidi organizzati per la balneazione assistita; il supporto psicologico, la fisioterapia domiciliare, come anche al pagamento diretto di bollette o assistenti familiari nel momento di bisogno. Ma quella di settembre 2022 è stata una gara di generosità che è andata ben oltre al solo donare e che ci ha riportato al senso più profondo di essere Comunità. Il Contributo Straordinario prevedeva una donazione a fondo perduto, una misura eccezionale mai adottata finora.
La grave crisi economica ed energetica che sta attraversando il nostro Paese sta provocando pesanti conseguenze sulla vita di molte persone affette da SLA. Secondo Arera, da ottobre le bollette sono aumentate ulteriormente, di oltre il 100% rispetto all’ultimo trimestre. Tale situazione, oltre a quanto segnalato al Centro di Ascolto AISLA e dal monitoraggio costante delle Sedi e Sezioni presenti su tutto il territorio nazionale, ha portato l’Associazione ad individuare uno strumento straordinario, semplice ed efficace a sostegno dei propri Soci affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica. In un’ottica di community care, AISLA con spirito di corresponsabilità, ha voluto preservare i valori del Bene Comune, della solidarietà attiva e, contribuire concretamente a ridurre l’impatto economico sulle famiglie.
È un bilancio importante quello del 2022 che vede, nella sua totalità, interventi diretti alle famiglie per un ammontare di 213mila euro.
Non solo. Questo intervento ha reso altresì possibile promuove la ricerca scientifica e i diritti fondamentali del malato. L’iniziativa ha contribuito, infatti, ad incrementare i dati che si continuano a raccogliere sul primo
Registro Nazionale SLA strumento prezioso per pazienti, ricercatori e clinici. Nato con l’obiettivo di raccogliere, in un unico database nazionale, i dati aggiornati sulla storia della malattia, favorisce le attività di ricerca e lo sviluppo di nuovi trattamenti di cura.
“Il viaggio di AISLA continua e con il 2023 l’associazione si appresta a compiere un grande traguardo: 40 anni di attività. – commenta ancora la Presidente Nazionale Fulvia Massimelli, che conclude: - Nel nostro cammino portiamo insieme la responsabilità del pensare che dietro i numeri ci siano sempre le persone e le loro storie. Ci piace essere solidi e concreti, ma anche generativi. Il prossimo 2 dicembre, alla vigilia della Giornata Internazionale della Disabilità, annunceremo un importante progetto di ricerca tecnologica che scriverà una nuova pagina della nostra storia. Essere socio AISLA significa, allora, diventare anche costruttori di Comunità inclusive e capaci di vedere nella fragilità la vera forza.” AISLA Ufficio Stampa 
 
Scanno