NON VIENE AGGIORNATO
LA DOMENICA
E I GIORNI FESTIVI
Sabato 14 Dicembre 2019 - San Giovanni della Croce, Sacerdote e dottore della Chiesa

Il tempo... ieri - DOPO UNA MATTINATA INCERTA, con qualche sprazzo di sole, il tempo è peggiorato con venti tempestosi che hanno portato violenti scrosci di pioggia. Temperature invernali: mass. 6,2°; min. -0,3°C; attuale 1,3° (ore 23,30).
 
   libri
 
    cronaca
UN PRESEPIO COL BAMBINELLO
DI COLORE IN UNA SCUOLA DELL’INFANZIA DI Azzano Decimo

APPRENDIAMO dal “Messaggero Veneto” che il bambinello in fasce, rappresentazione della Natività, posto nel presepio in una scuola dell’infanzia di Azzano Decimo, è di colore. Quella che, forse nelle intenzioni, doveva essere una rappresentazione dell’accoglienza e dell’integrazione nel segno della cristianità, è stata vissuta da una parte della comunità come una provocazione, una forma di strumentalizzazione culturale e politica. Tanto più grave perché manifestatasi all’interno di una scuola. Sul caso però il vescovo Giuseppe Pellegrini invita a riflettere: «Si valorizzi il fatto che qui almeno il presepe è stato fatto, in molte scuole purtroppo no».
Alcuni genitori si sono risentiti, ma il buon senso ha avuto la meglio. Se noi tutti insieme ai bambini - chiediamo - siamo tutti fratelli, perché il figlio di Dio non può essere nero, bianco, rosso o giallo?
Cecilia Bonazzi
Milvia Di Michele
TRE GIALLI OCRA

OGGI 14 dicembre 2019 alle ore 18.00, nella sala consiliare del comune di Spoltore, la presentazione del libro "Tre gialli ocra" scritto da Cecilia Bonazzi e Milvia Di Michele, edito dalle Edizioni Tracce di Pescara.
Le due autrici riescono non solo nell'impresa di scrivere "a quattro mani" ma persino di proporre ai lettori dei gialli divertenti e suggestivi. Un'opera in cui la suspense è costante e progressiva, come nella migliore tradizione giallistica.
La forza espressiva della narrazione sta proprio nell'estrema asciuttezza della scrittura, nella "leggibilità" del testo adatto a tutti.
Ci fermiamo qui, perché sui libri gialli non bisogna dire molto, per non tradire la “suspense”
 
    teatro zeta
compagnia TeatroZeta dell’Aquila e della compagnia Teatro Tages di Cagliari.
Lo spettacolo si presenta come un mosaico composto da momenti di vita del marionettista che si intrecciano con le storie delle sue figure. Sono frammenti di vita, storie minime, pochi minuti per raccontare emozioni e passioni. Immagini rapide quanto un’occhiata che si lancia oltre una porta socchiusa, al di là delle vedute di tutti i giorni, alla ricerca di gesti e personaggi che sappiano ancora sorprenderci.
Non ci sono parole, ma solo musica. Le marionette di “Il fil’armonico” ballano, soffrono, sperano, ridono, con lo stesso spirito che muove gli esseri umani. Anche per loro, per i pupazzi che calcano il palcoscenico, il destino è sempre appeso a un filo.
Lo spettacolo è stato presentato nei principali festival internazionali in Italia e in tournée all’estero, Senegal, Pakistan, India, Ucraina, Messico, Colombia, Singapore, Svizzera, Slovenia, Francia e Spagna.
IN SCENA AL TEATROZETA
LO SPETTACOLO DI MARIONETTE

Per la stagione teatrale per bambini “Papaveri e papere” targata Teatro Zeta, andrà in scena domenica 15 dicembre alle ore 17,30 presso il Parco delle Arti (Via Rodolfo Volpe, Monticchio) lo spettacolo teatrale “Il fil’armonico”, a cura della
 
    concerto
 
    storia in cronaca
I paesi della Valle del Sagittario in cronaca sul quotidiano "Il Centro d'Abruzzo"
dal 26 agosto 1986 al 10 Luglio 1987 con gli articoli di Roberto Grossi
Una lite sui confini iniziata nel 1925
Scanno ha deciso continua
la contesa con Pescasseroli

SCANNO - I comuni di Scanno e Pescasseroli dovranno attendere ancora molti anni per vedere risolta la vertenza, che
li oppone ormai dal 1925 per duecento ettari di montagna. Infatti è di questi giorni la notizia che il commissario regionale per gli usi civici, che doveva pronunciarsi in merito, ha stabilito che la causa non è di sua competenza, di
confinazioni.
Secondo l'avvocato del comune di Scanno, Abele Celidonio del Comune, il commissario agli usi civici ha valutato la controversia in modo errato, perchè non si tratta di confínazione tra due circoscrizioni, ma fra due demani, in quanto Scanno rivendica una parte del suo demanio soggetto ad uso civico. La contesa fra i due comuni, iniziata nel lontano 1831 per la montagna di Valle Di Corte, nel 1925 fu ripresa per i pascoli delle Ciminiere, contesi dai pastori di Scanno e di Pescasseroli. Nel 1938 i due comuni convennero su una linea di confinazione del territorio conteso ma la conciliazione non è stata mai omologata per difetto di giurisdizione, perchè non si è trovato mai l'organo competente per la soluzione della vertenza. Nella sua ultima seduta il consiglio comunale, dopo aver ascoltato l'avvocato Celidonio, ha deciso di presentare reclamo per la decisione del commissario regionale agli usi civici, alla corte d'appello di Roma, sezione degli usi civici. Allo stesso tempo si è deciso di chiedere alla Corte suprema dì cassazione quale organo competente per giudicare questa controversia. La decisione di continuare la causa con il comune di Pescasseroli è stata presa all'unanimità, perchè i consiglieri tutti hanno sentito il dovere di rispettare la decisione dei loro avi, che, sicuramente per validi motivi, è stato detto, rivendicavano al patrimonio del comune di Scanno una parte del demanio soggetto ad uso civico. Roberto Grossi

Un ponte televisivo della Rai in costruzione a Scanno

SCANNO — (r.g.) Gli abitanti della zona via Domenico Di Rienzo presto vedranno risolto il problema della ricezione dei due canali televisivi.
Infatti la Rai, su richiesta del Comune, ha deciso di realizzare sul fabbricato Nassi un ponte televisivo con il ripetitore di Frattura, in modo da consentire una normale e perfetta ricezione dei programmi.
E stato affrontato anche il problema della terza rete televisiva che ancora non è vista dagli abbonati di Scanno e di Villalago, e il Comune ha avuto assicurazioni che presto saranno eseguiti i lavori necessari.
Gli utenti dei due paesi lamentano anche la mancata ricezione dei programmi radio ad onde medie: da quando la Rai trasmette il pomeriggio, in modulazione di frequenza, Rai Uno e Rai Due stereo, non hanno più la possibilità di ascoltare i programmi delle onde medie.

Articoli del 15 febbraio 1987 

 
    scanno
Pubblicata la deliberazione consiliare
del dissesto finanziario
Decisiva per il dissesto la consulenza
del Prof. Andrea Ziruolo

di Roberto Nannarone

SCANNO - L’11 dicembre scorso è stata pubblicata sul sito del Comune di Scanno la deliberazione n. 34 con la quale il Consiglio Comunale nella seduta del 6 dicembre 2019 ha dichiarato il “dissesto finanziario”, con i soli voti favorevoli del gruppo di maggioranza.
Quali sono le motivazioni di questa infausta decisione che ha trascinato  
il nostro Comune nel baratro del dissesto?  Le leggiamo nella premessa dell’atto e sono ben evidenziate nel dispositivo deliberativo, laddove i Consiglieri di maggioranza hanno dichiarato:
2. di prendere atto:
- del contenuto e delle conclusioni di cui alla relazione dettagliata sullo stato di dissesto finanziario del Comune di Scanno, redatta dall’Organo di revisione economico-finanziaria dell’Ente ai sensi dell’art. 246, co. 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 allegata sub E) quale parte integrante e sostanziale; ...

 
    borghi più belli
E’ NATA L'ASSOCIAZIONE
“I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA
IN ABRUZZO E MOLISE”

ABBATEGGIO - Ventisette Comuni che rappresentano due Regioni (Abruzzo e Molise) e sei province (L’Aquila, Pescara, Chieti, Teramo, Campobasso e Isernia) hanno deliberato, ciascuno con propria Delibera di Consiglio, la costituzione dell’ Associazione "I Borghi più Belli d’Italia in Abruzzo e Molise", un nuovo soggetto istituzionale che rappresenta un prezioso strumento di promozione turistica dell’intero territorio rappresentato, puntando alla valorizzazione delle eccellenze certificate del Club dei Borghi più belli d’Italia sui mercati turistici nazionali ed esteri.
Il 10 dicembre scorso, nella sala consiliare del Comune di Abbateggio, alla presenza del presidente nazionale del Club Fiorello Primi, sindaci e delegati dei 27 Comuni di Abruzzo e Molise hanno sottoscritto l’Atto Costitutivo dell’Associazione: Abbateggio, Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Campli, Caramanico Terme, Castel Del Monte, Castelli, Città Sant’Angelo, Civitella del Tronto, Guardiagrele, Navelli, Opi, Pacentro, Penne, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Pietracamela, Pretoro, Rocca San Giovanni, Santo Stefano di Sessanio, Scanno, Tagliacozzo, Villalago, Fornelli, Frosolone, Oratino, Sepino.
“Sono felice di questo vincente risultato, frutto dell’impegno e di una visione collettiva e comunitaria di 27 Comuni, Sindaci e Consigli Comunali che si uniscono per avviare, attraverso questo nuovo strumento associativo, una sinergia ancor più fruttuosa con le forze istituzionali,
politiche, economiche e imprenditoriali", commenta Antonio Di Marco, presidente dell'associazione.
"È un successo che porta in sé due primati per l’Abruzzo: è la prima Associazione Regionale ad avere l’adesione totale dei Comuni facenti parti del Club ed è la prima Associazione a coinvolgere due Regioni, l’Abruzzo ed il Molise! Motivo di orgoglio per me è stato l’essere eletto all'unanimità Presidente dell’Associazione e accolgo con entusiasmo e dedizione questa nuova sfida per i nostri borghi certificati affinché si possa proseguire nella loro crescita e valorizzazione", conclude Di Marco. (Comunicato Anversa Eventi)
 
    direzione inps
fragilità e a tutti i cittadini che rischiano di restarne esclusi. L’auspicio è quello di istituire in futuro nuovi “punti territoriali” all’interno dei grandi centri urbani nell’intero territorio nazionale.
Per il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, si tratta di “un progetto importante perché contribuisce ad intercettare chi ha bisogno ma, a causa delle sue condizioni di vita, non riesce a godere pienamente dei suoi diritti”. “L’accordo – commenta il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo - risponde alle domande di chi vive ai margini e bisogna andare a cercare nei luoghi più difficili delle nostre città, una sinergia positiva al servizio di tanti poveri con i quali siamo in contatto tutti i giorni”. (Stefano Caranfa, Responsabile Team Rapporti Istituzionali
e Relazioni con il Pubblico)
POVERTA’: ACCORDO INPS-SANT’EGIDIO
PER L’INCLUSIONE SOCIALE DELLE FASCE
PIU’ DEBOLI DELLA POPOLAZIONE
 
Ieri mattina il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, e il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, hanno firmato un accordo che ha l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale, la formazione e l’assistenza alle fasce più deboli della popolazione.
L’intesa prevede la collaborazione tra “INPS per tutti” e il progetto sperimentale di Sant’Egidio “Roma per tutti”, con la creazione, nella zona Est della Capitale, di un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base e il loro accesso alle persone in condizioni di      
 
Villalago